05 maggio 2013

Come scriveva Teresa di Gesù?


Un cassone di legno come scrivania, in un angolo della sua cella. Inginocchiata lì, con la sua penna d'oca a vergare velocemente il foglio, scrivendo senza punteggiatura, Teresa di Gesù, riformatrice del Carmelo, scrive l'opera sua più importante: Il Castello Interiore. 



Padre Aniano Alvarez, che all' illustrazione del Castello Interiore ha dedicato due giornate di studio nel Centro di Spiritualità di Maddaloni, ha raccontato che  una monaca aveva confidato di aver osservato la santa madre, mentre scriveva: Era come assorta e il suo viso era radioso, luminosissimo. Scriveva a grande velocità senza staccare la penna dal foglio. E lo fece per oltre un'ora. Con il volto sempre più luminoso. Quando terminò di scrivere si buttò in ginocchio con le braccia aperte a croce e pregò per tre ore, immobile. Dormì un'ora poi si unì alla comunità per la preghiera in coro.