07 ottobre 2013

Beata Maria, perché ha creduto

 È bene ricordare ciò che fece la Vergine, nostra Regina. Nonostante tutta la saggezza di cui era stata colmata, domandò all'angelo: Come avverrà questo? E le fu risposto. Lo Spirito Santo scen­derà in te e la virtù dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Dopo questo troncò ogni doman­da, comprendendo subito nella sua grande fede e sapienza che, innanzi a queste due potenze, non v'era da chiedere più nulla, ne alcun motivo per dubitare. Così non fanno quei sapienti che il Signore non conduce per questa orazione, privi della minima idea di ciò che sia vita spirituale. Essi vogliono sot­tomettere queste cose al loro giudizio e giudicarle a seconda delle loro vedute, sino quasi a far credere che vogliono con la loro scienza comprendere tutte le grandezze di Dio!... Oh, se imparassero un po' di umiltà dalla Santissima Vergine!... (Pensieri 6,7).


Ricordiamo che si terrà in Vaticano il 12 e 13 ottobre prossimi, alla presenza di Papa Francesco e di tutte le associazioni di spiritualità mariana, la Giornata “Beata perché hai creduto!”. La Giornata mariana è stata organizzata  dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, l’evento rientra nelle celebrazioni dell’Anno della Fede, indetto da Benedetto XVI.

La nostra fraternità terrà qual giorno un incontro sul tema della Fede e di come Maria ne sia stata modello,  dal titolo "So a chi ho creduto".