24 maggio 2015

Guidati dalla voce di S. Giovanni Paolo


La fraternità dei Ponti Rossi ha condiviso con la comunità claustrale, sabato scorso, un momento di preghiera venerando la reliquia di San Giovanni Paolo II.
Si tratta di un lembo della maglietta intima intrisa di sangue per l'attentato del 13 maggio 1981. Con la reliquia viaggia anche la piccola statua che ritrae il santo abbracciato dalla Madonna di Jasna Gora.
L'accoglienza è stata preparata da noi dell'Ocds e la preghiera, con l'ascolto della Parola di Dio e di tre meditazioni di testi di Giovanni Paolo II è stata animata dalla fraternità e dalle monache, alternatesi nella lettura e nei canti. (clicca qui per leggere i testi)
E' stao ricordato quanto ilpap santo fosse legato al Carmelo (da giovane aveva pensato di farsi frate, indossò fino alla fine lo Scapolare e scrisse una tesi di San Giovanni della Croce).
Un momento particolarmente commovente c'è stato quando abbiamo riascoltato la voce di S. Giovanni Paolo II che recitava il Salmo 27, brano tratto dal CD "Abbà Pater"
 Il coro da cui le monache hanno seguito e animato la celebrazione