14 giugno 2013

Il cuore dell'Amante divino


Se la pecorella sapesse quale amore brucia per essa nel cuore dell'Amante divino, non farebbe stentare più quelle dolci manine di Gesù, che bramano d'afferrarla, e si slancerebbero da se fra le braccia sue amorosissime.

Ho trovato il petto adorabile di Gesù; ho posato il mio povero cuore e la mia anima a contatto del Suo Divin Cuore, della Sua Anima infinita.

Gesù, Gesù mio come lasciarti? Tu sei là per noi, per me: anche inutile, anche fredda, purché io stia là ove sei Tu, purché Tu mi veda!
dai Pensieri della B. Maria Candida dell'Eucaristia, 
carmelitana scalza di cui il Carmelo fa memoria oggi