02 ottobre 2014

Il IV centenario di fra Lorenzo



Anche se in sordina festeggiamo. accanto al V centenario della nascita di Santa Teresa e al IV della morte di p. Graciàn, anche i 400 anni dalla nascita del piccolo frate Lorenzo della Risurrezione. Grande esempio per noi laici di come nella vita di ogni giorno la vocazione al Carmelo teresiano possa trasformare in nostro cuore. 
II nostro Padre Generale Saverio Cannistrà  ci aiuta a conoscerlo meglio:




Soffermiamoci ... presso Nicolas giovane laico. In circostanze dure ha imparato a “conoscere la vita” e a “conoscere il mondo”. Nel “combattimento per la vita”, ha vissuto lo sconvolgimento di una lunga e terribile guerra, l’irritazione e lo sgomento di tante situazioni angosciose, l’esperienza della povertà e della carestia. Ha scoperto anche la debolezza della propria natura umana, dei suoi “peccati” di cui conserverà per tutta la vita l’umile consapevolezza, come l’aveva fatto prima di lui la sua madre spirituale, santa Teresa di Gesù.

Ma l’amore vincerà. Nicolas non meriterà il biasimo dell’Angelo dell’Apocalisse: “Ho da rimproverarti di avere abbandonato il tuo primo amore” (Ap 2,4). Soldato, ferito, emigrante, operaio, il giovane laico ritrova la fiamma della luminosa divina Presenza dei suoi diciott’anni. Nel cuore del mondo e in piena lotta, lentamente si sviluppa in lui quest’anima cristiana e carmelitana che si apre senza limiti a Dio, alla sua grazia, ai suoi desideri concreti.

Nicolas resta un esempio di risveglio spirituale, di lenta resurrezione: egli è per noi tutti un silenzioso appello, un dolce invito.
 
 

Clicca qui per leggere il testo integrale della circolare sul IV centenario di fra Lorenzo