09 agosto 2014

Ricordando Edith Stein

Il 2 agosto del 1942 nel Carmelo di Echt dov'era rifugiata Suor Teresa Benedetta della Croce (Edith Stein),  dopo aver lasciato il monastero di Colonia, fa irruzione la Gestapo.
Suor Teresa Benedetta è nella cappella, assieme alla altre monache carmelitane. Gli agenti le intimano di presentarsi in parlatorio entro 5 minuti e poi di seguirli, assieme a sua sorella Rosa. Inutili i tentativi della Priora di evitare l'arresto. Uscendo, Suor Teresa Benedetta  prende per mano la sorella e le dice: " Vieni, andiamo per il nostro popolo ".
Assieme a molti altri ebrei convertiti al cristianesimo le due donne sono condotte prima  al campo di raccolta di Westerbork e poi ad Auschwitz. La denuncia  dei vescovi cattolici dei Paesi Bassi contro i pogrom e le deportazioni degli ebrei aveva ottenuto un effetto boomerang.



All'alba del 7 agosto da Westerbork parte un carico di 987 ebrei. Destinazione Auschwitz.Il giorno 9 agosto Suor Teresa Benedetta della Croce, assieme alla sorella Rosa Stein e a molti altri ebrei, morì nelle camere a gas di Auschwitz. Il suo corpo fu poi bruciato.


Sulla testimonianza di vita di Edith Stein scarica il file sonoro qui (conferenza di p. Luigi Gaetani, Provinciale OCD)

La Liturgia delle Ore della festa di Santa Teresa Benedetta della Croce